Bosch e l’auto del futuro

Print Friendly

Il 2017 contribuirà più che in passato a rivoluzionare il concetto di guida così come lo conosciamo e tra le aziende protagoniste c’è e ci sarà la tedesca Bosch.

Tecnologia e robotizzazione applicati ad automotive illumineranno di fatto la scena del prossimo Consumer Electronic Show a Las Vegas e tra le innovazioni Bosch all’interno del suo prototipo, guida automatica a parte, c’è la Driver Monitor Camera, con riconoscimento del volto del guidatore e conseguente personalizzazione con regolazione volante, climatizzatore, specchietti e stazione radio preferita, sorveglianza dello stato vigile evitando il rischio di addormentarsi.

bosch-automotive-1

A parte i consigli su come tenere le mani al volante con tanto di giudizio per migliorare la guida e un più pratico schermo touchscreen sarà molto interessante seguire l’evoluzione del display OLED di Bosch.

Su di esso verranno visualizzate le immagini riportate dalle telecamere nell’auto ma anche le preziose indicazioni presenti nel cruscotto. In autostrada nello schermo diventerà primaria la visualizzazione degli eventi posteriori al veicolo mentre in città si potrà avere una più controllata visuale.

bosch-automotive-2

Lecito immaginare l’ipotesi di possedere tali innovazioni a basso prezzo o addirittura gratuitamente accettando come al solito la pubblicità, magari percorrendo le vie della città con indicazioni su promozioni offerte dai negozi circostanti e ci sarà persino chi si farà un giro in auto per scoprire quali.

Per contro il rischio è che l’auto si deprezzerà velocemente quanto un computer o un cellulare, sarà più complicato ripararla da un meccanico qualsiasi che non sia concessionario ufficiale con tanto di obsolescenza programmata da parte del costruttore.