Canon presenta la sua nuova ammiraglia

Print Friendly

Da oggi Canon ha una nuova ammiraglia. E a eleggerla a tale ruolo sono le sue caratteristiche tecniche, le più all’avanguardia possibile destinate per lo più a un’utenza professionale o di veri appassionati. La nuova reflex EOS-1D X MARK II della casa giapponese può vantare infatti funzionalità davvero d’eccezione come una velocità di 14 fotogrammi al secondo, un full tracking AF/AE e 16 fps in modalità Life View, unitamente a un sistema autofocus a 61 punti di cui 41 a croce, un sensore CMOS full frame da 20,2 Mpixel con autofocus Al Servo III+ e una gamma ISO da 100 a 51.200, espandibile fino a 50-409.600.
Le prestazioni della nuova arrivata in casa Canon sono davvero elevate, consentendo praticamente qualsiasi attività praticamente impossibili con altri prodotti di fascia più bassa o con tecnologie superate, come effettuare riprese perfette in qualsiasi condizioni di luce, catturare soggetti in movimento, o acquisire video 4K DCI fino a 60p. Possibilità che vengono incontro non solo a chi fa della fotografia il suo lavoro, ma anche chi ha quest’arte nel cuore e pretende sempre il massimo in ogni luogo e in ogni situazione.
E non finisce qui. La casa costruttrice nipponica tiene anche a far sapere che la nuova EOS-1D X MARK II è “la reflex digitale EOS più reattiva fino a oggi prodotta”, grazie al nuovo doppio processore DIGIC 6+ che elabora rapidamente l’enorme mole di dati immagine catturati dal sensore. E, se la velocità di scatto non è la sola “velocità” desiderata, ma ad essa si associa anche la rapidità di condivisione, ecco che la compatibilità con reti LAN Ethernet cablate e la porta USB SuperSpeed 3.0 risolvono prontamente anche questo problema.