Tassare la pornografia a scopo benefico

Print Friendly

La pornografia come volano per iniziative a fondo benefico.

Il parlamentare repubblicano Bill Chumley della Carolina del Sud ha recentemente proposto una legge per impedire navigazione su siti pornografici e la visione dei relativi video sui computer connessi all’interno dello Stato americano.

stop-porno-1-defi

L’idea è alquanto illuminante dal momento che si tratterebbe di obbligare i produttori a installare sui computer e qualsiasi altro dispositivo un programma che ne blocchi l’accesso impedendo di fatto ai minorenni di accedervi illegalmente. Nel caso in cui i maggiorenni desiderassero comunque visitare tali siti potrebbero sbloccare l’apparato pagando una ‘tassa’ una tantum di 20 dollari che, nel caso della proposta del politico, andrebbero ad accumularsi su un fondo per combattere il traffico di esseri umani.