Google DeepMind insegna all’intelligenza artificiale come si gioca a Starcraft 2.

Print Friendly

Google e Blizzard collaborano per migliorare gli algoritmi di intelligenza artificiale. Come? Insegnando al computer a  giocare a Starcraft 2.

DeepMind è la divisione di Google dedicata allo sviluppo dell’intelligenza artificiale. Gli ingegneri che ci lavorano sono costantemente al lavoro per sviluppare algoritmi di Deep Learning, in modo da insegnare ai computer a ragionare e a risolvere i problemi come farebbe un essere umano: con l’esperienza, imparando dai propri sbagli.

Di recente Deepmind e lo sviluppatore Blizzard (famoso per titoli come Diablo e Starcraft, per citarne alcuni) hanno fatto un accordo per collaborare in questo tipo di ricerche. L’aspetto curioso è che tutto il lavoro si baserà su Starcraft 2, uno dei giochi di strategia in tempo reale più apprezzati dagli appassionati del genere. Qualcuno potrà obiettare che esiste già un IA in Starcraft, quella che controlla le truppe della CPU quando si gioca in modalità single player. In realtà, non è proprio la stessa cosa. Quando giochiamo contro il computer, attualmente l’IA è scriptata, cioè risponde agli input del giocatore seguendo degli schemi predefiniti previsti dai programmatori.

 

Quello che vuole fare Google è una IA vera, che impara da zero le regole del gioco e che sa adattarsi a ogni situazione non seguendo delle regole fisse, ma decidendo sulla base di quanto ha imparato nelle sessioni precedenti. Praticamente, come dare in mano tastiera e mouse a un robot.