Navya: la navetta che guida da sola a Sion

Print Friendly

Il fenomeno del trasporto pubblico senza conducente sta pian piano prendendo piede sempre di più. A questo proposito Sion, città capoluogo del Canton Vallese, sarà la prima cittadina svizzera a testare la nuova tecnologia dei servizi di trasporto pubblico a guida autonoma. A occuparsene è l’azienda di trasporti PostAuto Schweiz che userà mini bus da 9 posti dotati di motore elettrico e tecnologie all’avanguardia progettate al Politecnico di Losanna.

Queste mini navette si chiamano Navya e si sposteranno solamente nelle aree pedonali, lungo percorsi prestabiliti; circolando in una zona limitata non supereranno la velocità di 20 km/h. Come tutti i veicoli senza conducente, i mini bus saranno privi di volante e pedali, ma avranno montato a bordo un pulsante d’emergenza che il supervisore presente durante il tragitto potrà premere in qualsiasi momento.

Se la prima fase – che inizierà a dicembre e terminerà in primavera – avrà successo, si passerà alla seconda che prevede la circolazione dei mini bus in un’area cittadina nel centro storico di Sion. Per il momento è possibile usufruire del servizio gratuitamente, in quanto il progetto è ancora in fase di sperimentazione.

A coordinare il servizio sarà una centrale operativa che si occuperà di regolare la velocità dei bus per rispettare gli orari. Da un punto di vista puramente tenico, le navette misurano 4,80 metri di lunghezza e 2 metri di altezza. Al termine del periodo di prova, i mini bus saranno in grado di ospitare più delle 9 persone attualmente autorizzate: i posti a sedere diventeranno 11 e quelli in piedi 4.