Samsung annuncia la memoria da 256 GB per smartphone

Print Friendly

Molto probabilmente dal prossimo autunno gli smartphone avranno una memoria e uno spazio d’archiviazione paragonabile a quella degli attuali computer. Samsung Electronics ha annunciato di aver da poco iniziato la produzione del primo chip da 256 GB che definirà la prossima generazione di dispositivi mobili di fascia alta. Al momento infatti, la memoria interna disponibile arriva fino a 128 GB, ed è usata ad esempio nei telefoni Samsung e nelle versioni più costose di iPhone 6s e 6s Plus.

In particolare queste nuove memorie flash, consentiranno di vedere video in 4K e di conservare una quantità molto elevata di dati nel dispositivo; in termini pratici 256 GB sono uno spazio sufficiente per contenere sul device 47 film in Full HD; inoltre, avere una maggior quantità di spazio potrà rivelarsi utile con l’avvento della realtà virtuale e i video con una visualizzazione a 360° sugli smartphone.

Il nuovo chip si basa sulla tecnologia V-NAND prodotta dalla stessa Samsung e vanta fino a 45.000 operazioni in lettura e 40.000 in scrittura al secondo, cioè il doppio rispetto alle 19.000 e 14.000 IOPS (Input/Output Operations Per Second) della generazione precedente di memoria UFS (Universal Flash Storage). Samsung ha anticipato che nei suoi futuri device con questo nuovo chip UFS 2.0 da 256 GB il trasferimento di un video in FHD di 90 minuti si completerà in soli 12 secondi.

A distanza di un anno dal primo annuncio, Samsung ha fatto passi da gigante, riuscendo a  raddoppiare la capacità di archiviazione della memoria, il che probabilmente potrà essere una delle caratteristiche del prossimo Samsung Galaxy Note 6 o iPhone 7.