Samsung compra Harman per mettere piede nel settore automobilistico

Print Friendly

Il mobile, la smart home e l’IT non bastano a Samsung che espande le sue mire anche nel settore automotive.

Sono pochi i settori in cui il colosso coreano Samsung non è presente. Televisori, stampanti, telefoni, impianti audio, smart home… se pensiamo a un qualsiasi oggetto tecnologico di uso comune o professionale è probabile che l’azienda ne abbia qualche modello a listino. C’è però una nicchia emergente dove ancora la multinazionale non aveva messo gli occhi, una nicchia che concorrenti come Apple, NVIDIA e stanno iniziando a presidiare: quella del settore automobilistico.

Samsung non è interessata alle comuni autoradio ma i più evoluti sistemi di infotainment e navigazione satellitare che pian piano stanno diventando il cervello delle automobili. E che acquisiranno sempre più importanza nei prossimi anni, quando saremo poco più che passeggeri comodamente trasportati da vetture a guida automatica.

Pur di non rimanere indietro nel settore Samsung ha preso la via più semplice, rilevando la società Harman per 8 miliardi di dollari. “Una naturale estensione della strategia che stavamo applicando da tempo” specifica  Oh-Hyun Kwon, CEO di Samsung Electronics mentre Young Sohn, Presidente e CSO, sottolinea che “I veicoli di domani si evolveranno grazie a tecnologia e connettività, proprio come i comuni telefoni diventati dispositivi intelligenti nel corso degli anni“.

Harman include fra i suoi brand nomi come Mark Levinson, JBL, AKG, Lexicon.